NEI SECOLI FEDELE

Reply

Palermo - Blitz di mafia, le voci e i volti dei boss, 29.11.2011

« Older   Newer »
view post Posted on 29/11/2011, 13:51 Quote
Avatar

Carabiniere una volta....Carabiniere per sempre!

Group:
Member
Posts:
3,647
Location:
Brescia

Status:


Palermo - Blitz di mafia, le voci e i volti dei boss
(fonte: pupia.tv)

Palermo, 29 nov.- (Adnkronos/Ign) - Maxi blitz antimafia a Palermo. In tre operazioni congiunte Polizia, Carabinieri e Guardia di finanza hanno arrestato all'alba di oggi 36 persone legate alla cosca di Brancaccio, un tempo feudo dei boss Filippo e Giuseppe Graviano, e dei mandamenti di San Lorenzo, Resuttana e Passo di Rigano. In manetta anche Nunzia Graviano e Calogero Di Stefano, un insospettabile pensionato dell'Amat, l'azienda trasporti di Palermo, ritenuto appartenente al clan di Tommaso Natale ma anche responsabile del movimento cristiano lavoratori. Per gli arrestati, le accuse sono di associazione mafiosa, estorsione e traffico di stupefacenti.

Dalle indagini è emerso il tentativo di ricostituire la nuova 'cupola di Cosa Nostra'. Gli 'scappati', cioè i boss mafiosi palermitani appartenenti alla cosca dei perdenti nella guerra dei corleonesi e costretti a fuggire negli Stati Uniti, si riunivano infatti periodicamente per parlare del futuro della cosca. Decisivo in questo senso un summit avvenuto lo scorso febbraio a Villa Pensabene alla presenza di numerosi boss mafiosi. "Al loro ritorno - spiegano gli inquirenti - mantenevano un profilo basso, ma nel frattempo hanno ritrovato un loro 'posto a tavola' recuprando il terreno perduto". Tra loro ci sono anche quattro fermati dai Carabinieri del Ros: Giovanni Bosco, Alfonso Gambino, Ignazio Mannino e Matteo Inzerillo. All'incontro partecipò anche il boss mafioso Giuseppe Calascibetta, ucciso lo scorso 19 settembre sotto la sua abitazione. Calascibetta venne ritratto all'incontro dello scorso inverno insieme con altri capimafia. Nei fotogrammi si vedono sia capi ma anche insospettabili. Oltre al boss Calascibetta parteciparono, tra gli altri, al summit Giulio Caporrimo, Cesare Lupo e Nino Sacco.
Tra gli obiettivi la realizzazione di grossi centri commerciali e il nuovo stadio che fa capo al Presidente del Palermo calcio, Maurizio Zamparini. In particolare, come emerge dalle intercettazioni, Francesco Caporrimo, padre del boss Giulio Caporrimo, avrebbe informato il figlio, quando questi era in carcere, dell'esistenza di lavori edili particolarmente importanti sul territorio. Il figlio, parlando con il padre, faceva riferimento ad aziende a lui riconducibili da inserire nei lavori.




Statisticamente, il 98% dei ragazzi nel mondo ha provato a fumare spinelli. Se sei fra il 2%, copia e incolla questa frase nella tua firma

"...CARABINIERE SI E' PER SEMPRE!!... provenienza 13° Btg CC F.V.G."

jpg

bannerinoad6

 
PM Email  Top
0 replies since 29/11/2011, 13:51
 
Reply